\n
Internet broker: sfiora il miliardo l'utile netto 1998 di Directa, con un ROE vicino al 50%
Directa: esplode il trading on line

Già in utile la prima Sim italiana interamente telematica

I dati 1999 dimostrano un andamento in crescita esponenziale e la conferma della leadership nazionale. In soli sei mesi i clienti crescono del 300%, l'intermediato supera i 1.500 miliardi di lire, contro i 1.057,9 dell'intero 1998; a giugno 99, i clienti Directa immettono sul telematico un ordine ogni 6 secondi.

Torino, 1 luglio 1999.

L'Assemblea degli Azionisti di Directa Sim, riunitasi sotto la presidenza di Massimo Segre, ha approvato il bilancio relativo all'esercizio 1998, che ha dimostrato come una start-up company nel settore del trading on line possa risultare profittevole fin dai primissimi anni di vita, smentendo il luogo comune secondo il quale le attività su Internet generano solo bilanci in rosso.

I risultati 1998 - L'esercizio 1998 si è chiuso con un utile lordo superiore a 1,5 miliardi lire e un utile netto di 961,5 milioni. Questa cifra, rapportata alle voci di capitale netto, indica un ROE molto vicino al 50%.

Nel corso del 98, i clienti Directa sono più che triplicati (+ 370%), tendenza che ha subito un'ulteriore accelerazione nell'anno 99. L'intermediato 98 è stato pari a 1.057,9 miliardi di lire e ha generato commissioni attive per 2.582 milioni.

La crescita dei ricavi ha consentito, in particolare, di autofinanziare gli investimenti tecnici, sia in termini di ulteriore aumento della potenzialità di calcolo, sia in termini di flessibilità di utilizzo (Directa, prima in Italia, ha attivato il proprio sistema di raccolta ordini tramite Internet il 7 dicembre 98).

I primi sei mesi del 1999 - Nella prima metà dell'anno 1999, la crescita di Directa ha continuato la sua corsa esponenziale. I clienti sono passati da 860 al 31 dicembre 98 ad oltre 2.500 a giugno 99 (+300% in soli sei mesi). Nello stesso periodo l'intermediato ha superato i 1.500 miliardi di lire (contro i 1.057, 9 dell'intero anno 98). La media degli ordini immessi sul telematico dai clienti Directa è di circa 4.000 al giorno, il che equivale a un ordine ogni 6 secondi.

Sempre nel primo semestre 1999 è stato formalizzato l'accordo con Traderlink e con la Borsa Italiana Spa, permettendo a Directa di offrire i prezzi di borsa in tempo reale alla propria clientela. La collaborazione tra Directa e Traderlink evolverà,in tempi brevi, con la diffusione di nuovi prodotti per i risparmiatori evoluti.

In funzione dell'aumento del volume degli ordini, l'intermediario negoziatore (la Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni) ha anche raddoppiato il numero di linee di connessione al CED Borsa riservate in esclusiva a Directa.

Per prima, anche a livello mondiale, Directa ha introdotto a fine maggio il servizio di GSM Trading®, che consente agli investitori di comprare e vendere azioni con un semplice telefono GSM. A un mese dall'annuncio, sono oltre mille gli investitori che hanno chiamato il call center Directa per conoscere il servizio GSM Trading®.

"Siamo stati i primi in Italia a credere nel trading on line, - ha affermato Massimo Segre, presidente di Directa - ma il nostro primato sta soprattutto nella fiducia che ci accordano i clienti. E' la nostra reputazione di affidabilità del servizio e di completa focalizzazione sul trading on line (siamo gli unici, in Italia, a non essere emanazione di un istituto tradizionale) che ci permette di mantenere, e accrescere, la leadership di mercato."

"Il nostro impegno - ha continuato Segre - è quello di investire sempre più risorse e intelligenza per offrire alla clientela servizi sempre più evoluti. Dopo il successo del GSM Trading®, abbiamo in cantiere molte iniziative per la seconda metà dell'anno: in termini di estensione dell'offerta di servizi, di ulteriori miglioramenti tecnici, di presenza capillare sul mercato tramite accordi e convenzioni con istituti di credito regionali."

Directa

Nata a Torino nel 1995, operativa dal 1996, Directa consente agli investitori di operare direttamente sul mercato azionario di Borsa, tramite Internet, dal proprio PC o dal proprio cellulare GSM.

Nel 1998 Directa ha intermediato on line oltre 1.000 miliardi di lire, cifra che prevede di quadruplicare (4.000 miliardi) a fine 1999. Con oltre 2.500 clienti operativi (erano 860 il 1 gennaio 1999) Directa rappresenta attualmente la più importante Sim nel mercato degli Internet broker italiani e l'unica interamente telematica.

Quanto costa Directa ?

Le commissioni applicate da Directa sono del 3 per mille, con tetto massimo di 90.000 lire per ciascun eseguito. Superati i 5 miliardi di intermediato, le commissioni scendono al 2 per mille, sempre con tetto massimo di 90.000 lire per eseguito.

La commissione di ingresso è di 300.000 lire (solo 51.000 lire per i clienti di Italia Online), ma non vi è alcun canone annuale.

Nessuna spesa per la tenuta, né per ottenere le quotazioni di borsa in tempo reale.

Una dimostrazione guidata del servizio Directa è disponibile presso il sito www.directa.it.