\n

DIRECTA SIMpA: i dati del 2016

Torino, 12 gennaio 2017.

Nel corso del 2016 i clienti Directa hanno intermediato sul mercato azionario italiano un controvalore di 21,65 miliardi di euro (- 33% rispetto al 2015, da confrontare con un -22% di Borsa Italiana).
Il numero degli eseguiti sull'MTA è diminuito del 17% a 2,09 milioni.

Gli ordini eseguiti sul mercato americano si sono attestati a 71.767 (-15%) nei dodici mesi.

Il numero dei contratti futures/CFD su IDEM, CME, EUREX, più gli ordini FOREX su LMAX Exchange è stato di 1,6 milioni (-11%).

E' aumentato (+2%) a 18.384 il numero dei clienti operativi, mentre sono 200 (da 207, a causa di intervenuti accorpamenti tra banche) il numero delle convenzioni tra Directa e gli istituti di credito.

L'amministratore delegato di Directa, ing. Mario Fabbri, ha commentato: "Dopo il brusco calo iniziale delle quotazioni, il 2016 è stato per il trading dei privati, almeno fino a novembre, un anno di crisi che si è riflessa sia nei nostri volumi intermediati sia nei ricavi. Noi però abbiamo tenuto ferma la nostra politica di investimenti e miglioramento sistematico del servizio: tra le altre cose abbiamo rilasciato la nuova piattaforma dLite, che è utilizzabile allo stesso modo su smartphone, tablet e PC, e che sta ottenendo crescente gradimento e diffusione tra i trader".