\n

Accordo tra Directa e Credito Cooperativo Ravennate e Imolese
Directa arriva a Ravenna e Imola

Torino, 12 novembre 2003.

Directa Sim ha stipulato un accordo con il Credito Cooperativo Ravennate e Imolese, azienda tra le più importanti nel panorama del Credito Cooperativo, per rendere disponibile il suo servizio di trading on line ai clienti della banca.
Grazie a questo accordo, il Credito Cooperativo Ravennate e Imolese, che con i suoi 35 sportelli copre la provincia di Ravenna e l'area di Imola, offrirà ai suoi clienti tutti i vantaggi dell'operatività con Directa.
"Siamo lieti di offrire ai nostri clienti la possibilità di operare direttamente sui mercati azionari, in maniera efficiente, affidabile e a costi estremamente competitivi, grazie alla collaborazione con Directa Sim, primario operatore del trading on line in Italia. I risparmiatori che si affidano alla nostra Banca potranno avvalersi di un ulteriore prodotto per muoversi autonomamente su importanti mercati finanziari mondiali. Viene quindi arricchita la nostra offerta di servizi resi attraverso canali tradizionali e innovativi", ha sottolineato Celso Reali, Dirigente Commerciale del Credito Cooperativo Ravennate e Imolese.
"L'accordo con il Credito Cooperativo Ravennate e Imolese ci offre l'opportunità di estendere la distribuzione del nostro servizio di trading on line nel territorio emiliano-romagnolo - ha dichiarato Enzo Nicolino, responsabile dei rapporti con le istituzioni creditizie e finanziarie di Directa - in un periodo di interessanti sviluppi per il trading Directa, quali l'introduzione dell'operatività sui futures dell'Eurex".

Le commissioni di trading applicate ai clienti del Credito Cooperativo Ravennate e Imolese sono le normali condizioni Directa: per il mercato italiano e per l'Eurex partono da 8 euro per il primo eseguito della giornata e scendono di 1 euro per ogni eseguito successivo, fatto indifferentemente su Azioni, CW, miniFib, DJ Euro Stoxx 50, fino a un minimo di 3 euro. Anche il contratto Fib30 e il Dax Future entrano nel computo, con una maggiorazione di 1 euro per eseguito. Per MTA e SEDEX, in alternativa, il cliente può sempre scegliere la commissione dell'1.9 per mille (che diventa dell'1.3 per mille dopo un intermediato pari a 2.5 milioni di euro), senza costi minimi per eseguito.

Per i mercati americani le commissioni sono pari a 10 dollari per eseguito (oppure 9 dollari più un quarto di cent per azione se l'accesso al mercato avviene tramite Island, il principale ECN del Nasdaq), senza costi di cambio e senza necessità di aprire un conto in dollari.
In alternativa alle commissioni degressive, è possibile comperare e vendere contratti Fib e Dax Future con una commissione fissa di 6 euro per contratto, miniFib e DJ Euro Stoxx 50 con una commissione fissa di 4 euro per contratto. Attualmente la commissione sugli Idem Stock Futures è pari a 2.50 euro per contratto.