\n

Settimo anno consecutivo di utili per Directa

Torino, 28 giugno 2004.

L'Assemblea degli Azionisti di Directa Sim ha approvato il bilancio dell'esercizio chiuso il 31 dicembre 2003 con un utile netto di 70.781 Euro, contro 31.116 Euro del 2002, dopo aver spesato interamente investimenti pubblicitari per 1.081.135 Euro e operato ammortamenti anticipati per 118.395 Euro.
L'intermediato Directa nel 2003 sui mercati Cash (azioni italiane, Usa e covered warrant) è stato di 30.682 milioni di Euro, con un incremento del 18% rispetto al 2002, mentre le commissioni di negoziazione sono state di 8.958 mila Euro, con un incremento del 6% sul 2002. Il minor incremento delle commissioni rispetto all'intermediato è determinato dalla riduzione delle commissioni unitarie effettuata nel maggio 2003.
L'intermediato sui mercati derivati (al valore nozionale dei contratti) è praticamente raddoppiato rispetto all'anno precedente, anche in funzione del lancio dell'operatività sull'Eurex, a partire da ottobre 2003.
"Nonostante la debolezza del mercato, Directa ha chiuso il suo settimo esercizio consecutivo in utile e ha continuato ad investire in nuovi progetti - ha commentato il Presidente Dott. Massimo Segre - quali il Pen Trader, la nuova esclusiva piattaforma su palmare, sviluppata lungo tre anni di lavoro e lanciata nel mese di maggio, nata per connettersi e scambiare dati ad alta velocità con i server Directa, uno strumento di straordinaria immediatezza operativa, per certi versi addirittura superiore a un PC fisso, e destinato a trasformare il modo in cui molti faranno trading. Nel corso del 2004 procederemo al collegamento diretto con l'Eurex e con il Chicago Mercantile Exchange (CME), dei quali diventeremo negoziatori diretti per fornire un servizio ai massimi livelli di tempestività e qualità".