\n

INFORMATIVA PRIVACY ai sensi dell'art. 13, del Regolamento UE n. 679/2016 SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEI SOGGETTI CHE SEGNALANO ILLECITI

DIRECTA S.I.M.p.A., titolare del trattamento dei dati (“Titolare” o anche “Directa”) con sede legale in Via Bruno Buozzi, 5 - Torino, la informa che l’utilizzo dei dati personali di cui è in possesso avviene in ottemperanza a quanto previsto dal GDPR ed è improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e alla tutela della riservatezza dei soggetti segnalanti (“Interessato” o anche “Segnalante”).

1. LICEITÀ, FINALITÀ, BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO E NATURA DEI DATI

I dati personali dell’Interessato sono trattati per le finalità connesse alla gestione della procedura di Whistleblowing (segnalazione illeciti) e per adempiere agli obblighi previsti dalla legge, dai regolamenti o dalla normativa comunitaria.
La base giuridica del trattamento dei dati personali conferiti in occasione di segnalazioni riguardanti presunte irregolarità o illeciti è data dall’obbligo giuridico e normativo di cui all’art. 6 del D.lgs. n. 231 del 2001, come modificato dalla Legge n. 179 del 2017.
Il conferimento dei dati del Segnalante è richiesto ed un eventuale rifiuto rende impossibile seguire l’iter della procedura Whistleblowing. Tuttavia, l’applicazione della procedura di segnalazione anonima è possibile solo qualora le segnalazioni stesse siano adeguatamente circostanziate e rese con dovizia di particolari, ove cioè siano in grado di far emergere fatti e situazioni relazionandoli a contesti determinati.
Directa non effettua trattamenti automatizzati (compresa la profilazione) dei dati personali di cui è in possesso.

2. DATI TRATTATI

Il trattamento ha ad oggetto dati personali che consistono generalmente in elementi di identificazione personale raccolti direttamente presso gli Interessati in base alla procedura di Whistleblowing.
I dati personali trattati dal Titolare sono, ove conferiti, i dati identificativi/anagrafici strettamente necessari per verificare la fondatezza della segnalazione e per consentirne la relativa gestione. Il trattamento dei dati avviene con supporti informatici e cartacei in modo da garantire idonee misure di sicurezza e riservatezza.
I dati rimarranno riservati e non saranno comunicati a terzi per finalità diverse da quelle elencate al punto 1.

3. CATEGORIA DI SOGGETTI AI QUALI I DATI POSSONO ESSERE COMUNICATI E DIFFUSIONE

Destinatario dei dati personali è la Funzione Wistleblowing che, in conformità a quanto previsto dalla vigente normativa in materia e dalla procedura di gestione delle segnalazioni (Whistleblowing) adottata da Directa, è tenuta a garantire la riservatezza dell’identità del Segnalante. Nella fase di accertamento della fondatezza della segnalazione, laddove si renda necessario per esigenze connesse alle attività istruttorie, i dati personali potranno essere inoltrati ad altre strutture di Directa.
I dati personali potranno essere rivelati all’incolpato esclusivamente nel caso in cui la contestazione dell’addebito disciplinare risulti fondata unicamente sulla segnalazione e la conoscenza dell’identità del Segnalante risulti assolutamente indispensabile alla difesa dell’incolpato.

Sussistendone gli estremi, i dati personali potranno essere comunicati anche a soggetti terzi, ricompresi nelle seguenti categorie:
a) Consulenti (Organizzazione, Studi Legali, ecc.);
b) personale del Titolare che effettua attività di trattamento in qualità di soggetti autorizzati dal Titolare medesimo;
b) Istituzioni e/o Autorità Pubbliche, Autorità Giudiziaria, Organi di Polizia, Agenzie investigative. In ogni caso, i dati personali non saranno oggetto di diffusione.

4. MODALITÀ DEL TRATTAMENTO, CONSERVAZIONE DEI DATI E LUOGO DEL TRATTAMENTO

Il trattamento dei dati personali è svolto in forma automatizzata e manuale, con modalità e strumenti volti a garantire la massima sicurezza e riservatezza, ad opera di soggetti appositamente incaricati in ottemperanza a quanto previsto agli artt. 28 e 29 del GDPR.
I dati personali raccolti per le finalità di cui sopra saranno conservati presso il Titolare per il tempo necessario all’accertamento della fondatezza della segnalazione e, se del caso, all’adozione dei provvedimenti disciplinari conseguenti e/o all’esaurirsi di eventuali contenziosi avviati a seguito della segnalazione. Successivamente, tali dati saranno distrutti o resi in forma anonima se necessari per finalità statistiche o di storicizzazione.
I trattamenti dei dati personali di cui Directa è in possesso hanno luogo presso la suddetta sede e sono effettuati dai soggetti autorizzati al trattamento.

5. DIRITTI DEGLI INTERESSATI

L’Interessato può far valere i suoi diritti come stabilito dal GDPR, rivolgendosi direttamente a DIRECTA S.I.M.p.A., Via Bruno Buozzi, 5 - 10121 - Torino, scrivendo al seguente indirizzo e-mail: directa@directa.it oppure al Responsabile per la protezione dei dati (“Data Protection Officer – DPO”) scrivendo al seguente indirizzo e-mail: alessandra.viglino@directa.it; in qualunque momento, l’Interessato ha il diritto di/a:

  • ottenere da parte di Directa l’accesso ai dati personali e richiedere le informazioni relative alle finalità, alle categorie di dati personali trattati, ai destinatari cui i dati personali saranno comunicati, al periodo di conservazione dei dati personali o, laddove non sia possibile, ai criteri per la relativa definizione, all’esistenza di un processo decisionale automatizzato;
  • rettificare, cancellare i dati personali o limitarne il trattamento;
  • richiedere la portabilità dei dati personali; in tal caso, Directa fornirà i dati personali dell’Interessato, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico, trasmettendoli a un altro titolare del trattamento, se richiesto;
  • opporsi, per motivi connessi alla sua situazione, al trattamento dei dati personali anche se tale trattamento è fondato su esigenze peculiari del Titolare. Il Titolare si astiene, quindi, dall’ulteriore trattamento, salvo dimostri: 1. l’esistenza di motivi legittimi cogenti che prevalgono su quelli dell’Interessato, oppure, 2. l’esistenza di un accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;
  • proporre reclamo a un’autorità di controllo, nel caso in cui l’Interessato ritenga che il trattamento dei dati personali violi le disposizioni del GDPR, fatto salvo ogni altro ricorso amministrativo o giurisdizionale.

IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

DIRECTA S.I.M.p.A.
Via Bruno Buozzi, 5
10121 Torino
+39 011 0884141
P.I. 06837440012
directa@directa.it