flashBook

Aggiornato al 29/11/2016

directa-video

Il flashBook della Darwin funziona come quello tradizionale, con alcune piccole differenze:


- il numero di livelli non si può scegliere direttamente dalla barra di intestazione, ma solo attraverso il menu di tessera


- all'inserimento di uno stop order compare, invece dell'icona mobile, una diversa colorazione delle righe corrispondenti ai livelli di prezzo prescelti, a scorrimento dal prezzo segnale fino al prezzo limite


- la visualizzazione del ticker si può ottenere, oltre che con la consueta apertura dell'apposita colonna sulla destra (ticker on), anche aprendo una tessera separata, denominata time&sales


- per i titoli negoziati sui mercati USA le lettere su cui cliccare per la scelta del broker tra market maker o ECN (L per market maker o M per ECN) compaiono immediatamente a fianco della casella della quantità


- in fase d'asta, al posto dell'ora, compare un numero che indica quante azioni resterebbero in acquisto o in vendita (+/-) se l'asta si chiudesse in quel momento (imbalance, non sempre disponibile).
book verticale nella piattaforma Darwin per trading online

Nella Darwin 1 si può disporre sia della tessera singola, sia di un modulo multiplo a 4 book. Mentre alla prima si può accedere in tutti i modi già altrove elencati per le tessere intestate a un solo titolo, il secondo può solo essere trascinato dal cassetto Tessere: i quattro moduli si presentano sullo schermo affiancati a costituire un gruppo, ma possono poi essere chiusi e anche spostati singolarmente, come avviene per gli altri gruppi di tessere "incollate".

Dal menu speciale di tessera apribile da ogni modulo del flashBook con il tasto destro è possibile selezionare le voci in elenco ai fini brevemente illustrati qui di seguito per ciascuna.

darwin2-menu-fbook


- Mostra scheda, per accedere alla scheda del titolo.
- Profondità, per modificare il numero di livelli di prezzo visualizzati.
- Stop order, Stop All, per inserire gli ordini condizionati più semplici.
- Ordine con opzioni (N.B. per ora in fase di sperimentazione beta), per scegliere con un solo passaggio tutte le opzioni ordine disponibili: fase di mercato; validità intra/multiday; tutti i tipi di ordine condizionato (oltre ai consueti stop loss e stop all, anche INV, INS e OCO).
-Ordini multiday, per inserire ordini con la validità massima prevista da Directa per il mercato di negoziazione (di solito 30 giorni). Quando è attiva questa modalità lo sfondo del book appare colorato in verde.
- Centra il book QUI, per scegliere il livello su cui centrare la scala dei prezzi.
- Ricorda il prezzo..., per inserire degli indicatori ai livelli di prezzo desiderati.
- SMS per prezzo..., per impostare degli alert, chiedendo di ricevere un SMS quando il prezzo sale o scende rispetto al livello sul quale si è effettato il click, quando il trend al rialzo o al ribasso si inverte oltre una percentuale da stabilirsi (SMS inseguimento) e per modificare le precedenti impostazioni.
- Bloccato, per bloccare le funzioni di immissione ordini (utile per chi vuole solo consultare l'andamento degli scambi, senza rischiare di inviare ordini inavvertitamente). In questa modalità tutto il book diventa di colore nero e nella parte superiore sinistra compare l'icona di un lucchetto: per sbloccare è sufficiente cliccare su di essa, ferma restando la possibilità di servirsi nuovamente del menu di tessera.
- Stream, per guadagnare spazio visualizzando solo la colonna dei prezzi.
- Ticker on/off, per visualizzare o nascondere la colonna del ticker.
- Compatta o Compatta tutti, per ridurre la larghezza di un singolo book o di tutti quelli aperti (anche quando non uniti in uno stesso gruppo).
- Preferenze flashBook, ticker e titolo, per impostare le altre possibili personalizzazioni di carattere generale riguardanti le due tessere o i singoli titoli, attraverso l'apertura delle apposite finestre (raggiungibili anche da Menu principale>Preferenze).
Tra le personalizzazioni del flashBook è degna di nota l'opzione che permette di spostare gli ordini già inseriti su un altro livello di prezzo con un solo click: attivandola diventa possibile ottenere lo spostamento semplicemente con un click in una cella vuota della terza colonna. Se sono attivi contemporaneamente ordini in acquisto e in vendita, il click sposta sempre l'ordine della zona interessata: quello in vendita per il click nella zona ASK e quello in acquisto per la zona BID; se gli ordini presenti nella stessa metà del book sono più di uno, con il click viene sempre spostato quello più vicino all'area di spread. Resta comunque possibile modificare gli ordini anche attraverso il consueto trascinamento con il mouse della quantità impostata.
Segnaliamo ancora due opzioni:
1) è possibile modificare in svariati modi il font della tessera
2) si possono identificare, attraverso la comparsa di una lettera accanto ai relativi prezzi, le soglie statiche e dinamiche di sospensione* (s e d, maiuscole per la lettera e minuscole per il denaro) e le soglie massime e minime al di là delle quali l'immissione dell'ordine viene rifiutata (i maiuscola e minuscola rispettivamente); queste ultime sono stabilite dalla Borsa secondo parametri variabili in funzione della volatilità dei singoli titoli.


darwin2-massimizza

Le ultime voci permettono di aprire il menu principale, uscire dal menu e, attraverso un ulteriore menu apribile dai puntini visibili nell'immagine qui sopra, ridurre la tessera a icona, aumentarne al massimo l'altezza, chiuderla.

Le righe di menu corrispondenti a funzioni non abilitate sul conto risulteranno inattive e compariranno perciò appannate, come si osserva nell'immagine grande per Stop order e Stop ALL.


* Si tratta di valori indicativi, calcolati in base alla percentuale di scostamento dai prezzi statico e dinamico stabilita discrezionalmente dalla Borsa per la sospensione del titolo dalle negoziazioni e la contestuale attivazione di un'asta di volatilità: a una prima fase di pre-asta, in cui gli operatori possono immettere, modificare o cancellare i propri ordini, segue una seconda fase in cui avviene l'eventuale abbinamento degli ordini inseriti, per giungere così alla riammissione del titolo alle contrattazioni.
Per prezzo statico si intende, a inizio seduta, il prezzo di riferimento del giorno precedente, che viene poi aggiornato al prezzo del primo contratto concluso nella fase di negoziazione continua, ed eventualmente al prezzo di conclusione di ogni asta che si dovesse svolgere nella giornata. Il prezzo dinamico è pari al prezzo dell'ultimo contratto concluso durante la seduta corrente, o, in mancanza di contratti, al prezzo di riferimento del giorno precedente.
I limiti di prezzo dinamici (LPD, indicati con D e d) sono attivi solo durante la fase di negoziazione continua; i limiti di prezzo statico (LPS, indicati con S e s) anche durante le fasi di asta.

PER SAPERNE DI PIU'



dw.gif