Grafico java: consultazione

Aggiornato al 29/11/2016
directa-video N.B. VIDEO NON AGGIORNATO

Nella Darwin i grafici dei titoli sono disponibili nei formati ridotto (nel book multifunzione) ed esteso (grafico java, elaborato da Traderlink).

Il grafico java è qui utilizzabile in tre diverse modalità: Dati e Analisi, con funzione informativa, e Ordini, con funzione dispositiva. Si passa da una all'altra cliccando a rotazione sull'icona del ciclo ciclo presente sulla barra.

La funzionalità di immissione degli ordini è illustrata in dettaglio nella pagina Grafico java: ordini.

Per quanto riguarda la consultazione il grafico java della Darwin offre in buona sostanza le stesse funzioni di quello classico, descritto nella scheda 406 e accessibile dal Tabellone attraverso il link "Altre piattaforme", con alcune differenze soprattutto nei comandi per personalizzarlo, che non compaiono tutti immediatamente, come vedremo più avanti.
Anche l'intestazione è un po' diversa, con i dati del giorno distinti da quelli dell'ultima candela ed entrambi visualizzabili o nascondibili cliccando sulle freccette direzionali poste sulla loro sinistra (ciò consente di consultarli in alternativa tra loro quando l'estensione orizzontale della tessera non è sufficiente a contenerli insieme).
Inoltre si dispone qui dell'opzione di visualizzare nella parte dx, tra l'ultima candela e l'indicazione dei prezzi, un'immagine grafica del book del titolo, rappresentato con linee rosse (lettera) e verdi (denaro) di lunghezza proporzionale alle rispettive quantità in negoziazione.
E' anche possibile visualizzare la tessera a tutto schermo (tasto + nell'angolo in alto a destra, che diventa - per consentire l'operazione inversa) e spostare il grafico all'interno del riquadro verso l'alto o verso il basso, trascinandolo con il tasto destro del mouse premuto: si vedono così i livelli di prezzo al di fuori della scala (per tornare alla posizione originale basta premere il tasto esc del PC).



il grafico java nella piattaforma Darwin di Directa

Nella striscia inferiore della tessera si trovano due cursori spostabili con il mouse per impostare in modo immediato periodo di osservazione e compressione e due tasti a forma di piccola lente, che modificano lo zoom (azione quest'ultima che si ottiene anche semplicemente tramite la rotellina del mouse); gli altri comandi sono accessibili entrando nella modalità Analisi della tessera con un click sull'icona del ciclo e/o aprendo con il tasto dx il menu di tessera principale o gli altri menu secondari qui predisposti per la modifica di singoli elementi.


Nella modalità Analisi compaiono sulla barra i tasti che permettono, da sinistra verso destra, le seguenti operazioni:

grafico-striscia-analisi3

1), 2) e 3) tracciare trend lines utili per l'analisi tecnica (generiche, orizzontali o verticali), come meglio illustrato nella già citata scheda 406
4) attivare lo strumento Fibonacci, metodo di analisi tecnica basato sulle serie numeriche del celebre matematico da cui prende il nome (linee e ritracciamenti aiutano a prevedere il trend dei prezzi individuando resistenze e supporti significativi)
5) eliminare tutti insieme gli elementi di analisi aggiunti al grafico, come trend lines e pivot point (tasto con l'icona di un cestino)
6) evidenziare i pivot point (livelli pre-calcolati di contenimento del mercato per il giorno successivo)
7) inserire oscillatori, scegliendo tra quelli disponibili (es. media mobile, stocastico...)
8) consultare i dati del titolo corrispondenti a ogni singola candela (se il periodo scelto abbraccia più giorni, scorrendo il grafico con il mouse si vedranno variare nella mascherina anche le relative date)
9) scegliere un tipo di puntatore (a ogni click nella casella si alternano linea verticale, orizzontale, entrambe, o puntatore libero, raffigurato con una freccetta)
10) visualizzare o nascondere le righe orizzontali contenenti i dati degli eventuali ordini in negoziazione: il tasto corrisponde alla lettera O, che appare colorata in azzurro se la funzione è attiva

11) selezionare dal piccolo menu a tendina apribile dal tasto M un modello di grafico fra i tre disponibili (base, moderno od orientale), nonché variare la scelta di quello impostato come pre-definito (di default è il modello base, di colore bianco); si possono inoltre salvare con un nome a piacere altri modelli di grafico personalizzati, che si aggiungeranno così nel menu ai tre già esistenti e saranno anch'essi impostabili come pre-definiti
grafico-menu-modello


12) impostare, denominare, eliminare o resettare un'analisi dal menu a tendina apribile dal tasto A.
grafico-menu-analisi
Anche i tasti M e A appaiono colorati in azzurro solo in presenza di una selezione attiva, che sarà evidenziata anche nel menu di tessera con un segno di spunta.

I menu di tessera

L'apertura dei menu di tessera è possibile solo nelle modalità Dati e Analisi, non in quella Ordini, in cui il click destro è disabilitato al fine di evitare interferenze con la funzione dispositiva.

Dal menu di tessera principale, che si apre cliccando con il tasto destro in uno spazio non occupato da elementi identificati (candele, valori, scale..) è possibile scegliere il periodo (fino a cinque anni) e la compressione (con minimi e massimi variabili secondo l'ampiezza del periodo), il tipo del plot (candela, barra o linea), il livello dello zoom e il colore dello sfondo; selezionando la voce analisi tecnica si apre un sotto-menu per la scelta del tipo di linea tracciabile con il mouse e per l'attivazione dello strumento Fibonacci.
grafico-menu-tessera

grafico-book2


Attraverso la voce Plotta si può scegliere di visualizzare sul grafico o nascondere gli ordini in negoziazione, i cui dati saranno riportati su una linea orizzontale tracciata al livello di prezzo impostato, e il book del titolo, che comparirà in forma grafica sul lato dx della tessera, come si vede nell'immagine qui a fianco.
Come abbiamo già visto, queste funzioni sono attivabili anche attraverso i tasti di comando presenti nella modalità Analisi della tessera (tranne il tasto per la visualizzazione del book, che è presente solo nella modalità Ordini).
Le voci Imposta modelli e Imposta analisi corrispondono ai tasti M e A sopra elencati ai numeri 11) e 12).


Per personalizzare il grafico o singoli elementi sono utilizzabili altri menu secondari, apribili dopo aver effettuato una selezione, come illustrato qui di seguito.
Si noti che in presenza di un elemento selezionato il click dx aprirà sempre il menu secondario, anche se effettuato in un altro punto della tessera; per aprire il menu principale occorre prima cancellare la selezione (come di consueto, è sufficiente un click in qualsiasi altro spazio libero).


grafico-selezione
Con un click sinistro sulla curva o su una candela si ottiene la selezione dell'intero grafico, visualizzata come si vede nell'immagine soprastante; a questo punto un click destro aprirà un menu con attiva la sola voce Modifica, da cui accedere alla finestra di configurazione raffigurata qui a fianco per scegliere tra numerose possibili personalizzazioni.
grafico-configurazione2
Se si desidera agire su una singola trend line, occorre prima selezionarla con un click sinistro (la comparsa di quadratini a intervalli regolari indicherà la selezione attiva)


trend-line-selezione


e poi aprire con un click destro il menu dedicato che si vede nell'immagine qui sotto.
grafico-menu-elementi
La voce Blocca impedisce che l'elemento sia eliminato inavvertitamente: occorrerà prima riselezionarla per sbloccare l'operazione e solo in seguito sarà possibile cliccare sulla voce Elimina.
Attraverso la voce Modifica si accede a una finestra di configurazione che permette di scegliere colore e spessore secondo le proprie preferenze.
grafico-configurazioni

Anche la scala dei valori e quella del tempo possono essere personalizzate, in questo caso senza bisogno di selezione preliminare: click destro nella zona, selezione della voce Modifica e infine scelta delle impostazioni preferite nella finestra delle configurazioni che si aprirà.

La parte inferiore della tessera relativa ai volumi può essere nascosta o visualizzata e si può scegliere il tipo di plot tra istogramma e linea, dopo aver semplicemente aperto il menu dedicato con un click del tasto dx nella zona.

grafico-menu-volumi

Anche sugli elementi grafici di questa zona (istogrammi o linee) e sui parametri dei volumi si possono effettuare personalizzazioni attraverso il consueto procedimento: selezione con il click sinistro, click dx per aprire il menu dedicato, accesso alle finestre di configurazione attraverso le voci Modifica o Parametri volumi.

grafico-volumi-parametri

PER SAPERNE DI PIU'



dw.gif